Avviso: prima di leggere questa ricetta procuratevi una bacinella per la bava e il mocio per lavare il pavimento

Fatto? Ok.

Allora, non ho idea da dove arrivi la ricetta che segue. So che ogni tanto i miei genitori la preparano e io vado completamente fuori. Procuratevi:

  • 50g di funghi porcini secchi (e già dovrebbe partire la ola nello stadio)
  • un tronchetto di pancetta affumicata, anzi 2 (applausi a scena aperta con standing ovation)
  • pomodori pelati (un barattolo), salsa (quella che si mangia, non quella che si balla, un bicchiere), un tocco di concentrato di pomodoro
  • peperoncino (se missing, usate quello in polvere, facciamo di necessità virtù)
  • olio aglio sale, un dito di latte

Risvegliate i funghi mettendoli in acqua per un’oretta. Intanto togliete la cotenna dura dalla pancetta e tagliate la pancetta a cuboni. Fatela rosolare  in un padellino, così un po’ di grasso se ne va.

Ora in una pentola (fuoco basso eh?) fate soffriggere l’aglio, poi buttateci i funghi dopo averli strizzati per bene e fateli cuocere per un paio di minuti (occhio a non farli bruciare, se butta male togliete la pentola dal fornello), unite la pancetta e poi i pomodori pelati passati e la salsa. Aggiungete una noce di sale grosso, il latte per togliere l’acido del pomodoro e, dopo che il sugo è andato per un po’ e ha preso consistenza, il peperoncino come tocco finale, non troppo sennò copre tutti i sapori.

che vi devo dire? viene una pasta divina. mado' che fame che mi sta salendo.

 

Ed ecco che torna buono il mocio!

suppellettili usate: un pentolino per la pancetta e una pentola per il sugo

 

Published in: on 23/01/2012 at 00:06  Comments (14)  
Tags:

The URI to TrackBack this entry is: https://mischiatutto.wordpress.com/2012/01/23/avviso-prima-di-leggere-questa-ricetta-procuratevi-una-bacinella-per-la-bava-e-il-mocio-per-lavare-il-pavimento/trackback/

RSS feed for comments on this post.

14 commentiLascia un commento

  1. Nina, l’asparago non mi piace e il fungo porcino nemmeno.
    Adieu, è stato bello finché è durato.😛

  2. eh vabbe’, non si puo’ accontentare tutti.

  3. be’, la pasta è pasta e puoi condirla a piacere
    ma i funghi sono meglio con il riso e senza pomodoro, secondo me

  4. Altro che pasta, me la faccio e me la puccio col pane pugliese.
    Quando tornerò in Italia tra un mese, per la puttana.

  5. Ah, Mint, guarda, e’ la morte sua.
    pero’ anche con la pasta…

  6. ….. questa ricetta mi sta chiamando!! sento le voci!!! sento le voci!!! la provo e t faccio sapere!!! …. ah.. 5 passate di mocio… -.-”

  7. vado di dolce
    iersera ho notato due mele che stavano avvizzendo sul davanzale e ho preso due volte un misurino (riciclato dal fustino del detersivo) di farina, ci ho mischiato una bustina di lievito per dolci, due uova, due cucchiai di zucchero e due di olio di mais, un bicchiere di latte e le mele tagliate a tocchetti. Infornato il tutto, suddiviso in parti più o meno uguali tra due stampi da plumcake, e fatto cuocere per mezz’ora scarsa nel fornetto piccino. Risultato più che soddisfacente, la prossima volta ci aggiungerò un trito di mandorle e scorzette d’arancia.
    Utensili: una ciotola per impastare, il misurino per la farina, il cucchiaio, il bicchiere, la forchetta per mischiare, il coltello per sbucciare le mele e il tagliere per fale a tocchetti, i due stampi.
    ciao

  8. e arrivera’ una foto appena mi sara’ possibile.

  9. se non ti dispiace, ti lascio qui un altro dolce d’occasione

    tesoretto ritrovato grazie alle pulizie di Pasqua

    il vaso di mezze prugne zucchelle sciroppate comparso nella cassetta sotto la panca dove riposa la passata di pomodoro e la tortiera riposta in uno stipo inaccessibile senza scala
    li ho presentati l’uno all’altra, si sono piaciuti e hanno invitato due cucchiaiate di zucchero, tre uova, un bicchiere di panna liquida, 250 grammi di farina e mezza bustina di lievito per dolci. Ballando vorticosamente in una ciotola, gli invitati si sono rapidamente mischiati e hanno preteso di adagiarsi a riposare nella tortiera, ben imburrata, sul cui fondo li aspettavano le mezze prugne schierate in bell’ordine
    infornato a 175° C per 35 minuti e lasciato raffreddare nel forno spento e ben chiuso
    scrivo questa memoria dopo aver assaggiato con soddisfazione il risultato

  10. e, visto che avevo ancora della panna liquida, ti aggiungo che ho appena finito di preparare una scodella di panna montata da accompagnare al dolce
    perché tenerla lì a non migliorare, quando si può usarla con diletto?

  11. eddai minciga aggiorna un po’!

  12. eh minciga non c’ho tempo! e poi sono pure a dieta!

  13. Ciao, ti ho trovato per caso e mi sono divertita a leggerti, sei molto simpatica, finalmente un blog sopra le righe e molto molto carino..complimentissimi..

  14. grazie Maria Luisa, passa pure quando vuoi!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: